Close

New articles

A dicembre è in arrivo una busta paga "maxi" per lavoratori e pensiona

Dicembre è alle porte e per lavoratori e pensionati è tempo di tredicesima. Come ogni anno, i dipendenti e i titolari di un trattamento previdenziale riceveranno la mensilità aggiuntiva corrisposta in vista delle feste di Natale. I primi a ricevere la "gratifica natalizia" saranno i pensionati che si vedranno erogare il maxi assegno già con il prossimo "assegno" e dunque a partire da giovedì dicembre. Poi sarà la volta dei dipendenti: chi lavora nel privato deve fare riferimento ai singoli contratti collettivi. L'importo della mensilità aggiuntiva corrisponde a un dodicesimo dell'intera retribuzione annua. Per calcolarlo è sufficiente moltiplicare la retribuzione mensile per i mesi lavorati e dividere tutto per 12.

L'importo della tredicesima per i pensionati

Per quanto riguarda i pensionati ci sono due aspetti da evidenziare. Il primo è che con il decreto Aiuti bis il governo Draghi ha stabilito un aumento del 2% sulle pensioni degli ultimi tre mesi dell'anno. Si tratta di un anticipo della così detta "rivalutazione" dei trattamenti previdenziali, ovvero l'adeguamento delle pensioni al costo della vita. La misura vale per i trattamenti pensionistici lordi in pagamento per ciascuna delle mensilità di ottobre, novembre e dicembre 2022, inclusa la tredicesima. E interessa solo le pensioni con un importo annuo non superiore a 35mila euro, quindi con un importo mensile lordo inferiore a 2.692 euro.

Ne consegue che anche l'importo della tredicesima, al pari di quello delle ultime tre mensilità dell'anno, sarà leggermente più alto di quanto previsto. Almeno per i pensionati che rientrano nella soglia. Parliamo comunque di cifre molto basse. 

Il bonus di 155 euro per le pensioni minime a dicembre

Nei casi in cui l'assegno è inferiore al trattamento minimo annuo pari a 6.816,55 euro, alla tredicesima si aggiungerà un bonus da 154,94 euro previsto legge di bilancio del 2001. L'importo aggiuntivo spetterà, in misura parziale, anche a coloro che hanno un reddito compreso tra 6.816,55 euro e lo stesso maggiorato dell'importo del bonus, quindi 6.971,49 euro. In base all'ammontare del reddito, il bonus corrisponderà alla cifra mancante per arrivare a 6.971,49 euro. 

Quali lavoratori hanno diritto alla tredicesima

Per quanto riguarda i lavoratori la mensilità aggiuntiva spetta a tutti i dipendenti, sia a tempo determinato che indeterminato, del privato come del pubblico. Non ne hanno diritto invece i lavoratori parasubordinati (co.co.co e altre categorie) così come i lavoratori autonomi e i professionisti. Per quanto riguarda i tempo, lo spiegavamo sopra, bisogna fare riferimento ai singoli contratti collettivi, ma di norma la gratifica viene erogata tra il 15 e il 20 dicembre. 

A dicembre è in arrivo una busta paga "maxi" per lavoratori e pensiona

Dicembre è alle porte e per lavoratori e pensionati è tempo di tredicesima. Come ogni anno, i dipendenti e i titolari di un trattamento previdenziale riceveranno la mensilità aggiuntiva corrisposta in vista delle feste di Natale. I primi a ricevere la "gratifica natalizia" saranno i pensionati che si vedranno erogare il maxi assegno già con il prossimo "assegno" e dunque a partire da giovedì dicembre. Poi sarà la volta dei dipendenti: chi lavora nel privato deve fare riferimento ai singoli contratti collettivi. L'importo della mensilità aggiuntiva corrisponde a un dodicesimo dell'intera retribuzione annua. Per calcolarlo è sufficiente moltiplicare la retribuzione mensile per i mesi lavorati e dividere tutto per 12.

L'importo della tredicesima per i pensionati

Per quanto riguarda i pensionati ci sono due aspetti da evidenziare. Il primo è che con il decreto Aiuti bis il governo Draghi ha stabilito un aumento del 2% sulle pensioni degli ultimi tre mesi dell'anno. Si tratta di un anticipo della così detta "rivalutazione" dei trattamenti previdenziali, ovvero l'adeguamento delle pensioni al costo della vita. La misura vale per i trattamenti pensionistici lordi in pagamento per ciascuna delle mensilità di ottobre, novembre e dicembre 2022, inclusa la tredicesima. E interessa solo le pensioni con un importo annuo non superiore a 35mila euro, quindi con un importo mensile lordo inferiore a 2.692 euro.

Ne consegue che anche l'importo della tredicesima, al pari di quello delle ultime tre mensilità dell'anno, sarà leggermente più alto di quanto previsto. Almeno per i pensionati che rientrano nella soglia. Parliamo comunque di cifre molto basse. 

Il bonus di 155 euro per le pensioni minime a dicembre

Nei casi in cui l'assegno è inferiore al trattamento minimo annuo pari a 6.816,55 euro, alla tredicesima si aggiungerà un bonus da 154,94 euro previsto legge di bilancio del 2001. L'importo aggiuntivo spetterà, in misura parziale, anche a coloro che hanno un reddito compreso tra 6.816,55 euro e lo stesso maggiorato dell'importo del bonus, quindi 6.971,49 euro. In base all'ammontare del reddito, il bonus corrisponderà alla cifra mancante per arrivare a 6.971,49 euro. 

Quali lavoratori hanno diritto alla tredicesima

Per quanto riguarda i lavoratori la mensilità aggiuntiva spetta a tutti i dipendenti, sia a tempo determinato che indeterminato, del privato come del pubblico. Non ne hanno diritto invece i lavoratori parasubordinati (co.co.co e altre categorie) così come i lavoratori autonomi e i professionisti. Per quanto riguarda i tempo, lo spiegavamo sopra, bisogna fare riferimento ai singoli contratti collettivi, ma di norma la gratifica viene erogata tra il 15 e il 20 dicembre.